09 agosto 2022

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
E' accaduto
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 

Accessi:
2536312
 
 
 
Utenti online:
8
 
 
D. Lgs. n. 81/2008: articoli modificati dal D.L.146/2021 e successiva legge di conversione 215/2021
 
Articoli del D. Lgs. n. 81/2008 modificati dal D.L.146/2021 e successiva legge di conversione 215/2021.
 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
Convenzioni con porreca.it.
 

Porreca.it, su richiesta di Associazioni di sicurezza, ordini e collegi professionali, studi tecnici e legali, allo scopo di favorire, diffondere e incrementare la cultura della sicurezza sul lavoro, è disposto a sottoscrivere una convenzione in base alla quale si impegna a consentire agli iscritti che ne facciano richiesta l’accesso per un anno alla Banca Dati del proprio sito ad un prezzo ridotto di un terzo rispetto a quello normalmente praticato agli utenti abbonati. Per le modalità contattare la redazione all'indirizzo info@porreca.it

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (532): Sull’obbligo da parte del datore di lavoro di rilasciare ai dipendenti gli attestati di formazione.
 

C’è l’obbligo da parte del datore di lavoro di consegnare ai dipendenti l'attestato della formazione acquisita o gli stessi sono di sua proprietà? 
      Risposta a cura di G. Porreca.
     Il lettore nel formulare questo quesito sull’obbligo o meno da parte del datore di lavoro di consegnare ai propri dipendenti gli attestati della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro che hanno acquisito ha messo in luce un “buco normativo" che ancor oggi è possibile riscontrare nel testo del D. Lgs. n. 81/2008 e che non è mai stato colmato benché fosse stato messo in evidenza.................

 
Sentenza Cassazione (718): Sull'interruzione del nesso causale dovuto a un comportamento eccentrico e esorbitante del lavoratore infortunato - penale Sezione IV - Commento a cura di G. Porreca.
 

Il comportamento di un lavoratore infortunato se attiva un rischio eccentrico o esorbitante dalla sfera di rischio governata dal titolare della posizione di garanzia, anche se tenuto nell’ambito delle sue mansioni, è idoneo ad escludere il nesso causale fra la condotta del datore di lavoro e l'evento lesivo.

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
Sentenza Cassazione (722): Sulla sanzionabilità della mancata formazione del preposto "di fatto" ex art. 299 D. Lgs. 81/08 - penale Sezione III - Commento a cura di G. Porreca.

E' da sanzionare il datore di lavoro nel caso in cui non abbia formato un preposto “di fatto” e cioè quello che, alla luce del principio di effettività di cui all’art. 299 del D. Lgs. n. 81/2008, esercita in concreto e ad insaputa dello stesso datore di lavoro i poteri propri del preposto giuridico? Il parere della Corte di Cassazione in una recente sentenza e il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Comunicato stampa INL del 25.7.2022 sulla tutela dei lavoratori dai rischi legati a temperature elevate.

L’INL, Ispettorato Nazionale del Lavoro, con un Comunicato del 25 luglio 2022  ha sollecitato i suoi Uffici territoriali a dedicare particolare attenzione, sotto il profilo ispettivo, alla prevenzione dei rischi sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori determinati dall' aumento sia dell'intensità che della durata delle ondate di calore.

 
 
 
Sentenza Cassazione (721): Sulla figura del datore di lavoro e sul principio di effettività ex art. 299 nelle società di capitali - penale Sezione IV - Commento a cura di G. Porreca

Chi è il datore di lavoro nelle società di capitali. Chi ha l'obbligo di effettuare la valutazione dei rischi e di elaborare il DVR? Si applica alle società di capitali il principio di effettività di cui all'art. 299 del D. Lgs. n. 81/2008? Fornite dalla Corte di Cassazione delle indicazioni in merito in una recente sentenza della IV Sezione penale. Il testo e il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Aggiornato al 30/6/2022 il Protocollo condiviso Governo-Parti Sociali con le misure anti Covid-19 da adottare nei luoghi di lavoro.

I Ministri del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Salute hanno sottoscritto con le Parti Sociali il 30 giugno 2022 un nuovo “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19 negli ambienti di lavoro” con il quale sono state rinnovate e aggiornate le indicazioni contenute nel precedente Protocollo del 6 aprile 2021.

 
 
 
Aggiornate dall’Inail nel canale “Conoscere il rischio” le eree tematiche Agenti chimici, Radiazioni ionizzanti e Comfort termico.

L'Inail ha di recente aggiornate nel canale “Conoscere il rischio” riportato sul proprio sito alcune delle sue aree tematiche riguardanti gli “Agenti chimici”, le “Radiazioni ionizzanti” e il “Comfort termico” con contenuti allineati con le ultime novità tecniche e legislative che, in alcuni casi, hanno profondamente revisionata la materia.

 
 
 
Sentenza Cassazione (720): Sul rischio idoneo a interrompere il nesso di causa tra l’omissione del datore di lavoro e l’infortunio - penale Sezione IV - Commento a cura di G. Porreca

Ma, quando un rischio "eccentrico" o "abnorme" è da considerare idoneo ad interrompere il nesso di causalità tra le omissioni del datore di lavoro in materia di sicurezza sul lavoro e l'infortunio di un lavoratore? E' un tema anche questo ricorrente e sul quale si è soffermata ancora una volta la Corte di Cassazione in una recente sentenza della IV Sezione penale. Il testo della sentenza e il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Aggiornato a giugno 2022 il massimario con le ultime sentenze della Cassazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Aggiornato a giugno 2022 il Massimario con le ultime sentenze della Cassazione sulla responsabilità dei principali soggetti obbligati in materia di salute e sicurezza sul lavoro (committenti, coordinatori datori di lavoro, preposti, lavoratori, medici competenti, direttori dei lavori, ecc.), nonché sulla sicurezza negli appalti, sulla sicurezza delle attrezzature di lavoro e sull'applicazione del D. Lgs. n. 81/2008. 

 
 
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 aggiornato a dicembre 2018.
 
     Consulta
 
___SEGUICI SU TWITTER___
 
  SEGUICI    SU   TWITTER
 
Sentenza Cassazione (717): Sull’attività di indagine preliminare e su quella ispettiva degli UPG in materia di sicurezza sul lavoro. - penale Sezione IV - n. 1331 del 14 gennaio 2022.
 

L’attività ispettiva del UPG in materia di sicurezza sul lavoro non è una attività di indagine preliminare che presuppone l’esistenza di una “notitia criminis” ma è finalizzata a raccogliere indizi di reato e elementi per l'applicazione della legge penale.

 
Sentenza Cassazione (716):Sulla responsabilità per un infortunio accaduto a seguito delle modifiche apportate ad un ponteggio - penale Sezione IV - n, 11030 del 28 marzo 2022.
 

Incombe sul datore di lavoro il compito di vigilare, anche mediante la nomina di un preposto o di un delegato, sulle modalità di svolgimento del lavoro in modo da garantire la corretta osservanza delle disposizioni atte a prevenire infortuni sul lavoro.

 
Sentenza Cassazione (719): Sull’opportunità o meno di cumulare la qualifica di datore di lavoro con quella del RSPP - penale Sezione IV - n. 16562 del 29 aprile 2022.
 

Cumulare in un unico soggetto la qualifica di datore di lavoro con quella del RSPP contribuisce a concentrare in capo allo stesso tutti gli oneri esecutivi, elaborativi e decisionali in materia di organizzazione e di valutazione e gestione del rischio.

 
Sentenza Cassazione (715): Sulla non responsabilità del datore di lavoro per l’infortunio di un estraneo alla propria azienda - penale Sezione IV - Commento a cura di G. Porreca
 

L’assunzione di una posizione di garanzia non comporta una automatica responsabilità del datore di lavoro per un evento infortunistico se non viene accertato che il rischio concretizzatosi sia ricollegato ad una normativa che si presume violata.

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it