28 novembre 2014

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Linee guida
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Norme e prassi
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Quesiti
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum Vitae
 

Accessi:
1306418
 
 
 
Utenti online:
6
 
 
Convegno Aias Porreca.it Centro Studi Isforp Bari 19 settembre 2014.
 

Porreca.it, con la collaborazione di Aias e Centro Studi Isforp, ha organizzato un Convegno sul tema “Venti anni di sicurezza europea dal 626/1994 al 81/2008 e successive decretazioni: novità e futuri sviluppi” che si è svolto a Bari venerdì 19 settembre 2014 dalle ore 9.00 alle ore 13.30 presso la Fiera del Levante sul Lungomare Starita nella Sala “Biancospino” del Padiglione 10.
        Il video del Covegno
       
Gli Atti del Convegno

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (352): sulla possibilità di retribuire la prestazione di lavoro di un lavoratore autonomo tramite i "voucher".
 

Può lavorare in un cantiere un lavoratore autonomo per effettuare dei lavori di intonacatura della facciata di un fabbricato civile e di rimaneggiamento della sua copertura pagato con i voucher? E poiché non ha dipendenti è soggetto comunque a redigere il POS?
Risposta a cura di G. Porreca
     Un quesito analogo riguardante le disposizioni in materia di salute e di sicurezza che si applicano ad un lavoratore che presta la propria attività con una retribuzione effettuata tramite i voucher è stato già posto allo scrivente ed è quello riportato con il numero 331 nella rubrica dei “Quesiti sull’applicazione del D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.” di questo stesso sito. Il quesito al quale si dà ora riscontro riguarda.................

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (351): sul concetto di disponibilità giuridica dei luoghi in cui si svolge l’appalto o la prestazione di lavoro autonomo.
 

Con riferimento alla risposta al quesito n. 349 relativo all’obbligo o meno della elaborazione del Duvri da parte del committente nei confronti di una ditta subappaltatrice non avendo le aziende appaltatrice e subappaltatrice nel caso particolare la disponibilità giuridica dei luoghi dove devono essere svolti i lavori di appalto e subappalto come è possibile che anche l’appaltatore che opera all’interno dell’azienda del committente debba anch’egli redigere un DUVRI da rilasciare al subappaltatore? Non è contraddittorio rispetto alla norma che l’appaltatore debba redigere un DUVRI? 
Risposta a cura di G. Porreca
     La richiesta di chiarimenti formulata dal lettore offre lo spunto di mettere in evidenza un’altra di quelle “sviste” che il legislatore ha preso nell’elaborare il testo del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 che riguarda questa volta l’applicazione dell’art. 26 contenente gli obblighi posti a carico del datore di lavoro che affida lavori, servizi o forniture ad una impresa appaltatrice o a lavoratori autonomi all’interno della propria azienda o di una singola unità produttiva della stessa nonché nell’ambito dell’intero ciclo produttivo nel caso in cui però lo stesso datore di lavoro non abbia la disponibilità giuridica dei luoghi in cui si deve svolgere l’appalto o la prestazione di lavoro autonomo. Al fine di...............

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
Sentenza Cassazione (368): sulla formazione e sull'esperienza del lavoratore nell'uso di una attrezzatura. Commento a cura di G. Porreca.

In materia di salute e sicurezza sul lavoro l’attività di formazione dei lavoratori, alla quale è tenuto il datore di lavoro, non é esclusa dal personale bagaglio di conoscenze degli stessi lavoratori formatisi per effetto di una lunga esperienza lavorativa. E' quanto discende da una sentenza della Cassazione. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Convegno AiFOS sulla formazione e-learning nella sicurezza sul lavoro. Roma 3/12/2014.

L’AiFOS organizza un Convegno di studio e di approfondimento sul tema “LA FORMAZIONE E-LEARNING NELLA SICUREZZA SUL LAVORO. Presentazione Rapporto AiFOS 2014” che si svolgerà a Roma il 3/12/2014 presso l’INAIL Sala del Parlamentino in via IV novembre 144.

 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (356): sulla nomina a preposto di un lavoratore somministrato e sull'obbligo della sua formazione.

Nel caso in cui un'azienda vuole conferire l'incarico di preposto ad un lavoratore somministrato chi deve provvedre alla sua nomina, il somministratore o l'utilizzatore? E chi ha l'obbligo di formarlo secondo le disposizioni del D. Lgs. n. 81/2008 e le indicazioni di cui all'Accordo Stato-Regioni del 21/12/2011? La risposta a cura di Gerardo Porreca.

 
 
 
Dalle riviste specializzate in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

CSP: il modello del coordinamento per la progettazione dinamica’” (M. Tomaiuolo), “Campi elettromagnetici: protezione dei lavoratori e della popolazione” (G. M. Contessa), “Rilevanza penale della formazione dei lavoratori” (A. Scarcella) e “Fiere e mostre: luci e ombre della nuova disciplina” (R. Petringa Nicolosi e E. Benedetti).

 
 
 
Sentenza Cassazione (367): sull'applicazione delle norme di prevenzione anche a favore di terzi esposti al rischio. Commento a cura di G. Porreca.

Confermato dalla Cassazione in una sentenza un principio abbastanza consolidato. Il datore di lavoro risponde del rischio aziendale al quale possono essere esposti sia i lavoratori dipendenti che terzi estranei all’ambito imprenditoriale e di un eventuale loro infortunio se connesso con il rischio medesimo. Commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Convegno Aias su "Agricoltura e Sicurezza" Firenze 3 dicembre 2014.

L’AIAS Sede Regionale Toscana, con il patrocinio della Regione Toscana, dell' Ordine degli Architetti, paesaggisti, pianificatori e conservatori della Provincia di Firenze e con il contributo di PMA Agenzia Formativa, organizza un Convegno su “Agricoltura e sicurezza” che si svolgerà a Firenze il giorno 3/12/2014 dalle 14,30 alle 18.30.

 
 
 
Manuale Suva - Lista di controllo Lavoro con la motosega.

Elaborato dalla SUVA un documento utile per poter gestire meglio le situazioni di pericolo che possono presentarsi durante l'uso delle motoseghe utilizzate nelle aziende forestali e in altri posti di lavoro. I pericoli segnalati riguardano le ferite da taglio causate da scivolamenti o cadute, il rinculo della motosega e il ferimento di terze persone.


 
 
 
Guida dell'Ordine Ingegneri Bologna sul ruolo e le responsabilità del Committente nei cantieri edili.

L'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bologna ha elaborato un vademecum dal titolo "Ruolo e responsabilità del Committente. Guida alla sicurezza dei cantieri" nel quale è stata raccolta una serie di consigli utili per condurre passo passo i Committenti alla buona gestione e realizzazione di un’opera edile.

 
 
 
Linee Guida della CGIL Pesaro per la tutela della sicurezza e salute dei lavoratori a seguito di Evento Sismico.

Elaborate dalla CGIL Pesaro delle "Linee guida per la tutela della sicurezza e salute dei lavoratori a seguito di Evento Sismico". L'opuscolo vuole essere un pratico strumento informativo sui rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori e sulle prescrizioni che vanno applicate dalle aziende nel caso di un evento sismico.

 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (355): sulle modifiche apportate dalla Legge Europea al D. Lgs. n. 81/2008 sulla valutazione dei rischi e sulla redazione del DVR a cura di G. Porreca.

La modifica apportata all'art. 28 comma 3-bis del D. Lgs. n. 81/2008 dalla Legge Europea 2013-bis nel caso di costituzione di una nuova impresa, richiedendo una immediata documentazione di adempimento degli obblighi, non vanifica la facoltà già concessa di elaborare il DVR entro 90 giorni? La risposta a cura di Gerardo Porreca.

 
 
 
Apportate dalla Legge europea 2013-bis alcune modifiche agli articoli 28 e 29 del D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.. In vigore dal 25/11/2014.

Apportate dalla legge n. 161 del 30/10/2014 (legge europea 2013-bis) alcune modifiche agli articoli 28 e 29 del D. Lgs. n. 81/2008. Riguardano la valutazione dei rischi e la redazione del DVR in caso di costituzione di nuove imprese e l'obbligo della rielaborazione della valutazione dei rischi. In vigore dal 25/11/2014.

 
 
 
Sentenza Cassazione (366): sulla responsabilità del direttore dei lavori in materia di sicurezza sul lavoro - Commento a cura di G. Porreca.

Sempre più stringente la posizione assunta dalla Cassazione sulla responsabilità del direttore dei lavori in materia di sicurezza sul lavoro. Il direttore dei lavori è responsabile di un infortunio sul lavoro quando gli viene affidata la possibilità di impartire ordini alle maestranze o quando si ingerisce nell’organizzazione dei lavori. Il commento di G. Porreca.

 
 
 
Un libro di Carlo Zamponi su "La gestione e l'organizzazione della sicurezza e della salute in azienda".

Si segnala un libro di Carlo Zamponi su "La gestione e l'organizzazione della sicurezza e della salute in azienda". Nel libro viene presentato dall'autore un percorso metodologico di valutazione dei rischi e vengono analizzate le varie fasi che portano alla redazione del DVR. Presentazione e introduzione di Rocco Vitale e Lorenzo Fantini.

 
 
 
Un manuale Suva contenente una lista di controllo per l'utilizzo di una sega a nastro.


In un documento la SUVA ha elaborata una lista di controllo per potere gestire meglio le situazioni di pericolo che possono presentarsi durante l'utilizzo di una sega a nastro. I principali pericoli segnalati sono le ferite da taglio durante l’avanzamento del pezzo in lavorazione, le ferite da taglio dovute a schermature insufficienti e le ferite dovute alla rottura del nastro.

 
 
 
Giornata di formazione Setter s.a.s. AiFOS Pianezza (To) 29 novembre 2014.

La Setter S.a.s., sede di rappresentanza AiFOS per Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria, organizza una giornata di formazione “Visite ispettive in azienda: che cosa fare?” che si svolgerà a Pianezza (To) sabato 30 novembre 2014 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 presso l’Hotel Gallia in via Torino 29/A. Iscrizione obbligatoria. E' previsto il rilascio di crediti.

 
 
 
Articolo di Di Antonietta Di Martino sulla gestione dei bisogni speciali di salute degli alunni portatori di patologie croniche.

Si segnala un articolo di Antonietta Di Martino nel quale l'autrice suggerisce procedure utili per affrontare e gestire al meglio situazioni concernenti la tutela di alunni portatori di patologie con problematiche croniche di salute. Nell'articolo viene illustrato un protocollo di intesa raggiunto in merito tra la Regione Piemonte e l'Ufficio Scolastico Regionale.

 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (354): sulla facoltà da parte del datore di lavoro di un'azienda costruttrice di elettrodotti di svolgere direttamente i compiti del servizio di prevenzione e protezione.

Un'azienda che svolge una attività di costruzione di elettrodotti è una azienda industriale o è da classificarsi tra le "altre aziende" ai fini dell'applicazione dell'Allegato II del D. Lgs. n. 81/2008 riportante i casi per i quali è consentito lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti del SPP? La risposta a cura dell'ing. Porreca.

 
 
 
1.300.000 accessi al sito www.porreca.it: un altro traguardo lusinghiero.

Sembra appena ieri di aver raggiunto il traguardo del milione di accessi al sito porreca.it ed ecco che se ne sono aggiunti altri 300.000. Il più vivo ringraziamento ai tanti  lettori che con la loro assiduità ci stimolano ad un sempre maggior impegno e un particolare ringraziamento personale ai collaboratori di redazione per il loro validissimo contributo.

 
 
 
Login per l’area riservata
USERNAME
PASSWORD
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
DICONO DI NOI
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 e s.m.i. aggiornato a novembre 2014
 
     Connsulta
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (353): sulla possibilità da parte del datore di lavoro di conferire una delega di funzioni al respponsabile del servizio di prevenzione e protezione.
 

Sono un RSSP dipendente di un'azienda di oltre 50 addetti e in tale veste presto assistenza e consulenza al datore di lavoro nelle varie pratiche aziendali afferenti le tematiche di sicurezza. Non ho nessun ASPP e nessun altro dipendente fa riferimento a me per le proprie mansioni. Può il datore di lavoro in una organizzazione aziendale di questo tipo conferirmi una delega di funzioni (art.16)? 
Risposta a cura di G. Porreca
      Anche questa domanda, finalizzata a conoscere se la figura del responsabile del servizio di prevenzione e protezione è compatibile con quella del delegato del datore di lavoro ai sensi dell’art. 16 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, è una domanda che ricorre perché accade spesso che il datore di lavoro ritenga di individuare, come possibile soggetto al quale trasferire alcuni o tutti i suoi obblighi in materia di salute e sicurezza sul lavoro, proprio il RSPP perché è una figura questa che per sua professionalità..................

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (350): sulla validità dell'esonero dalla frequenza del corso di formazione per il CSP e il CSE a cura di G. Porreca.
 

Sono laureato in ingegneria e nel corso di laurea ho sostenuto nel 2011 l’esame di organizzazione del cantiere. Sull’attestato di laurea mi hanno inserito una postilla con la quale è stato certificato che ho sostenuto, tra gli altri, l’esame di “Organizzazione del cantiere”, corso equipollente di cui all’art. 10 del D. Lgs. n. 494/1996 sulla sicurezza nei cantieri temporanei o mobili. Per poter svolgere l’attività di coordinatore devo ora frequentare un corso di 120 ore o solo quello di aggiornamento di 40 ore? E in quest’ultimo caso entro quando devo svolgerlo?
Risposta a cura di G. Porreca
     Occorre in premessa fornire, visto quanto è possibile leggere nel quesito, alcuni chiarimenti in merito ai requisiti professionali necessari per poter svolgere l’attività di coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori nei cantieri temporanei o mobili. Tali requisiti sono riportati nell’articolo 98 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 e consistono, così come indicato nel comma 1, in un titolo di studio ed in una attestazione, rilasciata da parte dei datori di lavoro o dei committenti, comprovante................

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722