06 maggio 2016

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum vitae
 

Accessi:
1445129
 
 
 
Utenti online:
5
 
 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (412): sulla responsabilità del direttore dei lavori in materia di salute e sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili.
 

Un committente, pur se avvisato dal progettista e futuro direttore dei lavori, non vuole, per un lavoro di entità inferiore ai 100.000 euro, nominare il coordinatore per la sicurezza ritenendo di non esserne obbligato anche se saranno necessari i subappalti e quindi entreranno in cantiere più imprese esecutrici. In tal caso se durante l'esecuzione dei lavori ci fosse un accertamento ispettivo o se peggio si verificasse un infortunio il direttore dei lavori, mancando il coordinatore, potrà essere soggetto in qualche modo a sanzioni o potrà essere ritenuto responsabile dell'infortunio?
Risposta a cura di G. Porreca
     Ancora un caso di “malasicurezza” e ancora un caso nel quale è possibile riscontrare un mancato rispetto da parte di un committente delle disposizioni di legge in materia di salute e di sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili, un altro caso dopo quelli segnalati con i quesiti individuati con i numeri 375 e 376 ed inseriti nella rubrica dei quesiti sulla applicazione del D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. di questo stesso sito. Questa volta il quesito proviene dal progettista di un’opera edile nonché futuro direttore dei lavori il quale................

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (410): sull'obbligo di redigere il Duvri nel caso di un appalto edileda eseguirsi all'interno di un supermercato.
 

Nel caso in cui in un supermercato devono essere appaltati dei lavori edili da svolgersi al suo interno ad una impresa la quale a sua volta si dovrà avvalere di subappaltatori è sufficiente che il committente datore di lavoro rediga il PSC per le imprese edili che accedono in esso o è anche tenuto a redigere il Duvri in osservanza all'art. 26 del D. Lgs. 81/2008?
Risposta a cura di G. Porreca
     Nel quesito viene segnalato un caso riguardante la installazione di un cantiere edile nell’ambito di un supermercato, uno di quei casi nei quali il committente di un’opera edile così come definito dall’art. 89 comma 1 lettera b) del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, contenente il Testo Unico in materia di salute e di sicurezza sul lavoro, coincide con il committente datore di lavoro che appalta dei lavori da eseguire all’interno della sua azienda ex art. 26 dello stesso D. Lgs. e viene chiesto se................

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
Sentenza Cassazione (442e): sulla delega di funzioni dal committente al coordinatore per l'esecuzione - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

L’obbligo di vigilare sull’operato delle ditte esecutrici nei cantieri temporanei o mobili non può essere oggetto di delega dal committente al coordinatore per l’esecuzione essendo previsto in capo allo stesso direttamente dalla legge in via originaria. Si è così espressa la Corte di Cassazione in una recente sentenza. Il commento di G. Porreca.

 
 
 
Modificato dall’Inail il bando e prorogati i termini per i progetti formativi in materia di sicurezza sul lavoro.

Pubblicato sulla G.U. del 15/4/2016 un comunicato con il quale l’Inail ha annunciato che sono state apportate alcune modifiche al bando per il finanziamento di progetti formativi dedicati alle piccole, medie e micro imprese e che il termine di presentazione delle domande di partecipazione è stato prorogato alle ore 13.00 del 10 giugno 2016.

 
 
 
Sentenza Cassazione (441): sulla responsabilità del committente nel caso che non designi un responsabile dei lavori - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Ribadito dalla Corte di Cassazione in una recente sentenza che se il committente di un’opera edile non si avvale della facoltà di nominare un responsabile dei lavori cui trasferire gli obblighi in materia di sicurezza sul lavoro lo stesso rimane obbligato in proprio e in via principale all’osservanza degli stessi.  Il commento di G. Porreca.

 
 
 
Convegno Anmil Taranto 3 maggio 2016.

Lo Staff ANMIL, Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati ed Invalidi, della sede di Taranto organizza un Convegno di studi sul tema “Malattie professionali con particolare riferimento a quelle asbesto correlate” che si svolgerà a Taranto martedì 3 maggio 2016 dalle ore 16.00 alle ore 20.00 nell’Aula magna dell’IIISS Righi in via Dante.

 
 
 
Pubblicato dall'Inail un Quaderno tecnico sull'uso in sicurezza dei trabattelli.

Pubblicato dall'Inail un Quaderno per immagini sull'uso in sicurezza dei trabattelli. E' un opuscolo che, nato dall’esigenza di sperimentare una tipologia di comunicazione che si possa esprimere esclusivamente attraverso le immagini, fornisce utili indicazioni per il corretto utilizzo di tali attrezzature di lavoro.

 
 
 
Evento Aziende in Sicurezza Bari 4 maggio 2016.

Aziende in Sicurezza, Associazione Italiana per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro, organizza un evento sulla sicurezza sul lavoro in edilizia dal tema “Il sistema dei controlli, il ruolo dei Pubblici Ufficiali e principali Atti di P.G.”che si svolgerà a Bari il 4/5/2016 presso l’Auditorium del Centro Studi Polivalente “Elena di Savoia”.

 
 
 
Curata dall'Inail una guida sull'efficacia delle protezioni rigide delle seghe circolari squadratrici.

Le macchine da taglio devono essere progettate prevedendo adeguate misure di protezione contro il rischio di proiezione al fine di garantire l’incolumità dell’operatore durante lo svolgimento delle operazioni di taglio. L'Inail ha pubblicato un'utile guida sull’efficacia delle protezioni rigide delle seghe circolari squadratrici.

 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (414): sull'abilitazione alla conduzione di escavatori idraulici e di pale caricatrici frontali a cura di G. Porreca.

Un argomento al centro di discussioni: è valida ai fini dell'abilitazione alla conduzione di escavatori e di pale caricatrici frontali una prova pratica fatta su attrezzature di tale tipo ma con massa complessiva inferiore a quella prevista dall'Accordo Stato Regioni del 22/2/2012? Un chiarimento in risposta a un quesito a cura dell'ing. Porreca.

 
 
 
E' in vigore dal 19 aprile 2016 il nuovo Codice degli appalti pubblici.

E' stato pubblicato sul S.O. n. 10 della G.U. n. 91 del 19/4/2016 il D. Lgs. 18/4/2016 n. 50 contenente il nuovo Codice Appalti ed un riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. E' in vigore dal 19/4/2016 e sarà regolamentato da linee guida dell'ANAC di prossima emanazione.

 
 
 
Sentenza Cassazione (440): sulla differenza fra reato connesso nell'interesse dell'ente e reato a vantaggio dello stesso - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Chiarita dalla Cassazione in una recente sentenza, con riferimento all'illecito amministrativo ex D. Lgs. n. 231/2001 contestato per il reato di omicidio colposo commesso in danno di un lavoratore infortunato, la differenza fra il concetto di interesse o del vantaggio a favore dell’ente. Il commento di G. Porreca.

 
 
 
Elaborata dalla SUVA una lista di controllo per la sicurezza del montacarichi da cantiere.

La SUVA ha elaborata una lista di controllo per la individuazione dei pericoli che possono derivare dall’uso improprio o non conforme alle regole dei montacarichi da cantiere per materiali e persone. Fra i rischi segnalati il rischio di caduta o ribaltamento dell'apparecchio, di caduta dei materiali dallo stesso ed il rischio elettrico.


 
 
 
Convegno Aias Confindustria Ordine Ingegneri Bari 28 aprile 2016.

L’Aias Puglia, la Confindustria Bari e Bat e l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari, in collaborazione con l’Inail, l’AssoService e lo Studio Schena, organizzano un Convegno sul tema “Near Miss... non è solo questione di fortuna!” che si svolgerà a Bari il 28/4/2016 dalle 14.30 alle 18.00 presso la Confindustria Bari e Bat.

 
 
 
Pubblicato dall'Inail un Quaderno tecnico sull'uso in sicurezza delle scale portatili.

Pubblicato dall'Inail un Quaderno per immagini sull'uso in sicurezza delle "Scale portatili". E' un opuscolo che, nato dall’esigenza di sperimentare una tipologia di comunicazione che si possa esprimere esclusivamente attraverso le immagini, fornisce utili indicazioni per il corretto utilizzo di tali attrezzature di lavoro.

 
 
 
Convegno Aiesil “Sicurezza&Dintorni” Trani 29 aprile 2016.

L’AIESiL, Associazione Italiana Imprese Esperte in Sicurezza sul Lavoro e Ambiente, organizza un Convegno Nazionale Itinerante “Sicurezza&Dintorni” che si svolgerà a Trani il 29 aprile 2016 nella Sala Polo Museale-Piazza Duomo sul tema “Sicurezza e legalità in agricoltura: il sistema di prevenzione e le alleanze strategiche”.

 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (413): sull'obbligo di redigere il piano di emergenza antincendio nei cantieri temporanei o mobili.

Esiste, ci chiede un lettore, per il datore di lavoro di un'impresa che opera in un cantiere temporaneo o mobile di cui al Tutolo IV del D. Lgs. n. 81/2008 l'obbligo di redigere il piano di emergenza antincendio nel caso che nello stesso operino più di dieci lavoratori? La risposta a cura di G. Porreca.

 
 
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
DICONO DI NOI
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 aggiornato a settembre 2015 con i decreti attuativi del Jobs Act
 
     Consulta
 
Sentenza Cassazione (434): sugli obblighi di vigilanza da parte del datore di lavoro diretto o a mezzo del preposto - Sezione IV penale - Sentenza n. 47742 del 2 dicembre 2015.
 

Al di là di una eventuale e imprevedibile negligenza, o imprudenza dei lavoratori nello svolgimento della loro mansione il datore di lavoro deve controllare personalmente o a mezzo dei preposti che le operazioni lavorative avvengano in sicurezza.

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (411): sulla valutazione del rischio chimico alla luce della nuova classificazione delle sostanze e miscele chimiche introdotta dal Regolamento CLP.
 

Con riferimento alla nuova classificazione in CLP delle sostanze chimiche considerato che, allo stato attuale, tanti produttori rilasciano le schede di sicurezza ancora con la vecchia classificazione, come si può effettuare la valutazione del rischio chimico, che secondo la richiesta del cliente, deve essere in linea con la nuova normativa/classificazione? Può essere di tipo misto e cioè basata sia sulla vecchia che sulla nuova classificazione oppure è sbagliato operare in tal modo?
Risposta a cura di G. Porreca
     Sono appena entrate in vigore le modifiche apportate dal D. Lgs. 15/2/2016 n. 39 al testo del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 e s.m.i. relative all’utilizzo delle sostanze pericolose che già è pervenuto un quesito da un lettore il quale chiede dei chiarimenti, considerato che tanti produttori continuano a rilasciare le schede di sicurezza ancora con la vecchia classificazione, su come effettuare la valutazione del rischio chimico alla luce della nuova classificazione delle sostanze e delle miscele chimiche introdotta dal Regolamento CE n. 1272/2008 CLP. Con il nuovo Regolamento, infatti, sono state modificate..................

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it