24 maggio 2019

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 

Accessi:
2036670
 
 
 
Utenti online:
7
 
 
___SEGUICI SU TWITTER___
 
  SEGUICI    SU   TWITTER
 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
NON RICEVI LA NEWSLETTER?
 
Se sei iscritto e non ricevi la newsletter o se hai cambiato indirizzo  rinnova qui l'iscrizione
 
Convenzione AiFOS porreca.it.
 

E' stata attivata una convenzione con l’AiFOS in base alla quale porreca.it si è impegnato a fornire agli iscritti all’AiFOS che ne facciano richiesta un abbonamento annuo ad un prezzo ridotto di un terzo rispetto a quello praticato normalmente agli utenti e una informativa su Corsi e Convegni segnalati. Per informazioni conttatta info@porreca.it.

 
Sentenza Cassazione (585e): Sul limite della colpa del datore di lavoro per un infortunio occorso a un lavoratore - Sezione IV penale - Sentenza n. 49885 del 2 novembre 2018.
 

In tema di infortuni il lavoratore è garante oltre che della propria sicurezza anche di quella dei colleghi di lavoro o di altre persone presenti quando in ragione della maggiore esperienza lavorativa può intervenire per rimuovere le cause di pericolo.

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (503): sulla formazione del datore di lavoro per la conduzione di particolari attrezzature di lavoro e il montaggio di ponteggi.
 

Il datore di lavoro è obbligato a partecipare ai corsi di formazione specifica relativi all'uso di particolari attrezzature di lavoro e per le operazioni di montaggio e smontaggio di ponteggi fissi così come avviene per i lavoratori?
Risposta a cura di G. Porreca
     Il dubbio espresso dal lettore che ha formulato il quesito riguardante l’abilitazione degli operatori di particolari attrezzature di lavoro di cui all’articolo 73 comma 5 del D. Lgs. n. 81/2008. è certamente legato al fatto che la richiesta di abilitazione alla conduzione di particolari attrezzature di lavoro e cioè di quelle attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilità particolari di cui all'articolo 71 comma 7 dello stesso D. Lgs. n. 81/2008 è rivolta specificatamente ai lavoratori. Secondo l’art. 73 di tale D. Lgs. infatti,
....................

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (502): Quesito sulla possibilità da parte del committente di nominare due CSE per uno stesso cantiere. a cura di G. Porreca.
 

Può un committente, secondo le disposizioni dettate dal D. Lgs. n. 81/2008, nominare più di un coordinatore in fase di esecuzione per un cantiere installato per la realizzazione di una sua opera edile?
Risposta a cura di G. Porreca
     Un altro quesito questo piuttosto singolare e formulato da un lettore che chiede se il committente di un’opera edile può nominare due coordinatori in fase di esecuzione per uno stesso cantiere installato per realizzare un’opera edile per suo conto. La singolarità è dovuta al fatto che il committente di un’opera edile in genere chiede, per motivi facilmente comprensibili, se e in che caso può fare a meno di nominare un CSE e non certamente, come nel caso in esame, se ne può nominare più di uno per lo stesso cantiere. Il coordinatore per la sicurezza è.....................

 
Sentenza Cassazione (589): sulla responsabilità per il decesso di un lavoratore dovuto a ichemia cardiaca - Sezione IV penale - Sentenza n. 14281 del 2 aprile 2019.
 

La responsabilità del titolare di un’impresa appaltante esecutrice per l’infortunio occorso a un lavoratore di un’impresa appaltatrice può essere esclusa solo nel caso che quest’ultima fornisca ogni garanzia in ordine all’esecuzione delle attività.

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
Si ripropone uno dei quesiti più letti della banca dati. Riguarda l'aggiornamento degli addetti alla prevenzione incendi e lotta antincendio.

Si ripropone uno dei quesiti della banca dati più letti sull'applicazione del D. Lgs. n. 81/2008 . E' il n. 493 che riguarda l'aggiornamento dei lavoratori addetti alla prevenzione incendi e lotta antincendio. Questi lo devono fare secondo l'art. 37 c. 9 del D. Lgs. n. 81/2008 ma quale è il riferimento normativo per quanto riguarda la periodicità dell’aggiornamento nonché la durata e i contenuti dei corsi da frequentare? Risposta a cura di G. Porreca.

 
 
 
Messo dall’Inail a disposizione dell'utenza, a decorrere dal 27/5/2019, l’applicativo CIVA che consente la gestione informatizzata dei servizi di certificazione e verifica:

Con lla Circolare n. 12 del 13/5/2019 l'Inail ha comunicato che, a decorrere dal 27 maggio 2019, è messo a disposizione dell’utenza l’applicativo CIVA che consente la gestione informatizzata di alcuni servizi di certificazione e verifica.  I servizi di certificazione e verifica dovranno essere richiesti a partire dalla stessa data del 27 maggio 2019 utilizzando esclusivamente il servizio telematico CIVA.

 
 
 
Sentenza Cassazione (593): sulla responsabilità di una società per l'infortunio occorso a un lavoratore dipendente - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Di chi è la responsabilità se a un estraneo che è entrato in un cantiere accade un infortunio legato a carenze di misure di prevenzione e in presenza di violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro? Le norme di prevenzione degli infortuni si applicano anche nei confronti di soggetti non lavoratori? Se ne è occupata la Corte di Cassazione in una recente sentenza nel decidere su di un ricorso presentato dal datore di lavoro dell'impresa esecutrice. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Corso Collegio Periti Industriali Udine di prevenzione incendi 24 maggio 2019.

Organizzato dal Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Udine si svolgerà il 24 maggio 2019 un corso di aggiornamento di prevenzione incendi della durata di quattro ore dalle 14.30 alle 18,30 presso l’Università degli Studi di Udine nella Sala Tomadini Polo Economico in via Tomadini 30 docente l’ing. Andrea D’Odorico, Funzionario del Comando VVF di Udine.

 
 
 
Seminario ASUR AV3 su “La prevenzione nelle fonderie di seconda fusione” Civitanova Marche 7/6/2019.

L’ASUR AV3 organizza un Seminario su “La prevenzione nelle fonderie di seconda fusione”che si svolgerà a Civitanova Marche il 7 giugno 2019 dalle 8.30 alle 17.00. Con il workshop si intende presentare alcune recenti e significative esperienze locali, aggiornare su temi nazionali rilevanti e di attualità quali quelli della valutazione dei rischi da sovraccarico biomeccanico cronico e da agenti chimici. All'incontro sono stati attribuiti 6,5 crediti ECM.

 
 
 
Sentenza Cassazione (592): sulla responsabilità di una società per l'infortunio occorso a un lavoratore dipendente - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Quando le carenze di misure di prevenzione che hanno portato a un grave infortunio di un lavoratore in un'azienda costituiscono un illecito amministrativo ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001? La risposta in una recente sentenza della Corte di Cassazione che ha trovato l'occasione per richiamare i concetti di "interesse" e di "vantaggio" ribadendo quanto già espresso in precedenti pronunce. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Sentenza Cassazione (591): sulla responsabilità per l'infortunio mortale di un lavoratore caduto da un trabattello - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Espresso in una recente sentenza il parere della Corte di Cassazione in merito alla individuazione delle responsabilità per l'infortunio occorso in un cantiere edile a un lavoratore dipendente di un'impresa subappaltatrice caduto da un trabattello privo di protezioni. Valutate le posizioni dei datori di lavoro dell'infortunato, del CSE e della società in applicazione del D. Lgs. n. 231/2001. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 aggiornato a dicembre 2018.
 
     Consulta
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (501): sugli oneri e sui costi della sicurezza e sul metodo per il loro calcolo a cura di G. Porreca.
 

Che distinzione c’è tra costi della sicurezza diretti e costi della sicurezza indiretti sui quali molto spesso si genera confusione, specie in sede di gare di appalto, e come vengono quantificati in termini economici?
Risposta a cura di G. Porreca
 Siamo a più di venti anni dall’entrata in vigore del D. Lgs. n. 494/1996 sulla sicurezza sul lavoro nei cantieri temporanei o mobili, e a più di dieci anni dall’entrata in vigore del D. Lgs. n. 81/2008, contenente il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro, e stiamo qui ancora a parlare di costi della sicurezza e a chiedere chiarimenti sulla distinzione fra costi diretti e indiretti e ciò è certamente dovuto all’accavallarsi di disposizioni legislative, regolamenti, linee guida...................

 
Sentenza Cassazione (590): sull'obbligo del datore di lavoro di vigilare sull'osservanza delle misure di prevenzione - Sezione IV penale - Sentenza n. 14915 del 4 aprile 2019.
 

L’obbligo del datore di lavoro di vigilare sull’osservanza delle misure di prevenzione può essere assolto attraverso la preposizione di soggetti a ciò deputati e la previsione di procedure che gli assicurino la conoscenza delle attività lavorative.

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (499): sull'addestramento degli operatori addetti all'utilizzo dei defibrillatori semiautomatici esterbi in una società sportiva dilettantistica a cura di G. Porreca.
 

Sono il responsabile di una società sportiva dilettantistica. Avendo la società l'obbligo di dotarsi di un defibrillatore semiautomatico esterno e di formare dei lavoratori per il suo utilizzo può la società direttamente al suo interno provvedere ad addestrare il personale addetto all'utilizzo di tale apparecchiatura affidandolo al medico competente di cui al D. Lgs. n. 81/2008?
     Risposta a cura di G. Porreca
     Il quesito formulato dal lettore riguarda l’utilizzo di un defibrillatore semiautomatico esterno e cioè di quel dispositivo salvavita con il quale è possibile soccorrere una persona che è stata colpita da una fibrillazione cardiaca e che è in grado di riconoscere e interrompere tramite l'erogazione di una scarica elettrica le aritmie responsabili di un arresto cardiaco, quali la fibrillazione ventricolare e la tachicardia ventricolare nonché le modalità per la formazione e l’addestramento di coloro che sono incaricati di utilizzarli al meglio. La materia di cui al quesito....................

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it