24 aprile 2017

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
Curiosità
 
Curriculum vitae
 

Accessi:
1629713
 
 
 
Utenti online:
7
 
 
CONSULTA LA BANCA DATI
 
Quesiti
Sentenze
Approfondimenti
Linee Guida
Norme e Prassi

Per le modalità e le condizioni di accesso clicca
 qui
 
Sentenza Cassazione (484): sull'appplicazione del D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. al titolare di una ditta individuale - Sezione III penale - Sentenza n. 33038 del 28 luglio 2016.
 

Quali sono gli elementi in presenza dei quali si caratterizza la figura di un lavoratore autonomo? La Corte di Cassazione ha fornito in merito in una recente senteza importanti indicazioni utili specialmente per una corretta applicazione delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro di cui al D. Lgs. n. 81/2008. Il commento a cura di G. Porreca.

 
Quesito D. Lgs. 81/08 (449): sul provvedimento di sospensione delle attività di cantiere da parte del CSE.
 

Esistono delle indicazioni o delle linee guida con le quali siano precisati i casi in cui un coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione, ai sensi dell’art 92 comma 1 lettera f) del D. Lgs n. 81/2008, sia tenuto a sospendere le lavorazioni in un cantiere edile in presenza di pericoli gravi ed imminenti?
     Risposta a cura di G. Porreca
     E’ importante questo quesito in quanto è stato posto da un coordinatore per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili che correttamente si è preoccupato di sapere quali siano le situazioni di pericolo in presenza delle quali lo stesso è tenuto ad intervenire ad adottare un provvedimento di sospensione delle attività lavorative delle imprese fino a quando non siano state attuate le misure per regolarizzare le condizioni di sicurezza sul lavoro. Il provvedimento al quale fa riferimento il lettore che ha formulato il quesito è..................

 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
Quesito D. Lgs. 81/08 (452): sulla indelegabilità della valutazione dei rischi e della redazione del DVR a cura di G. Porreca.

Una società di servizi è organizzata in Aree territoriali rette da un delegato ex art. 16 D. Lgs. 81/08. I Capi Area, chiede un lettore, possono essere considerati datori di lavoro ex art. 2? Il DVR deve essere redatto per l'intera azienda o per ogni singola area? Chi lo firma il legale rappresentante o i Capi Area delegati? Risponde G. Porreca.

 
 
 
Approvato dal Consiglio dei Ministri il testo del primo decreto correttivo del Codice dei contratti pubblici.

Il Consiglio dei Ministri del 13/4/2017 ha approvato, in esame definitivo, il primo decreto correttivo del Codice dei contratti pubblici di cui al D. Lgs. 18/4/2016 n. 50. Il testo deve essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale entro un anno dalla sua entrata avvenuta il 19/4/2016 e quindi entro il 19/4/2017. Contiene 128 modifiche al testo originale.

 
 
 
Sentenza Cassazione (494): sulla sanzionabilità dell'obbligo di formazione e informazione dei lavoratori - Sezione III penale - Commento a cura di G. Porreca.

E’ sanzionata la violazione dell’obbligo di formazione e informazione dei lavoratori in materia di salute e sicurezza sul lavoro? Sì ma non per l'articolo per la cui violazione sono stati condannati dal Tribunale il datore di lavoro e il dirigente di un'azienda. La Corte di Cassazione annulla senza rinvio la sentenza. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Convegno AiFOS Brescia 18 maggio 2017.

L’AiFOS, con il patrocinio dell’Inail, organizza un Convegno di studio e approfondimento sul tema “Sicurezza in cantiere: da Brunelleschi al coordinatore: 20 anni dall'entrata in vigore del D. Lgs. 494” che si svolgerà a Firenze venerdì 24 marzo 2017 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso l’Educatorio del Fuligno Sala Blu in via Faenza 48.

 
 
 
Emanata dall'Inail una linea guida sulla riduzione del rischio nelle attività di scavo.

L’Inail ha elaborato una linea guida sulla “Riduzione del rischio nelle attività di scavo”. E' uno strumento di pratica consultazione utile per i datori di lavoro, per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione, per i committenti e per gli addetti ai lavori in generale per prevenire e ridurre i rischi connessi a tale particolare tipo di attività.

 
 
 
Prorogato al 30/4/2017 il termine concesso alle PA per le domande di rimozione dell’amianto.

E' stato prorogato al 30/4/2017 con Decreto del Ministero dell'Ambiente il termine, già fissato al 30/3/2017, entro il quale le pubbliche amministrazioni possono presentare progetti di rimozione e smaltimento dell'amianto da edifici e strutture pubbliche. Le domande potranno essere presentate tramite l’apposito sito.

 
 
 
Elaborata dall'Inail una guida sull'effettuazione delle verifiche sugli impianti elettrici nei locali medici.

Nei locali medici la tutela sia dei lavoratori che dei pazienti dai rischi di natura elettrica assume un particolare rilievo. L'Inail, al quale è affidato il compito della verifica a campione della prima installazione degli impianti di messa a terra nei luoghi di lavoro, ha elaborata una Guida sulle “Verifiche degli impianti elettrici nei locali medici

 
 
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (451): sull'obbligo di redigere il POS nel caso di un nolo con montaggio e smontaggio di un ponteggio sospeso motorizzato.

Nel caso del nolo di un ponteggio sospeso motorizzato, chiede un CSE, con montaggio e smontaggio dello stesso in un cantiere edile per lo svolgimento di alcuni lavori di ristrutturazione di un fabbricato, c'è l'obbligo di redigere il POS? Il noleggiante sostiene di no trattandosi di un nolo a freddo. Ha ragione? La risposta a cura di G. Porreca.

 
 
 
Sentenza Cassazione (493e): sul ruolo e sulle funzioni del coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione - Sezione IV penale - Commento a cura di G. Porreca.

Un'altra importante sentenza della Cassazione che va in controcorrente rispetto alla posizione prevalente dalla stessa già assunta sulla individuazione del ruolo e delle responsabilità del CSE nei cantieri edili. E' il controllore delle imprese che operano in cantiere, si è chiesta, o solo il gestore del rischio interferenziale? Il commento di G. Porreca.

 
 
 
Sono in vigore dal 2/4/2017 le nuove norme di prevenzione incendi per le attività di autorimessa con superficie superiore ai 300 mq.

E' in vigore dal il 2/4/2017 il Decreto del Ministero dell'Interno del 21/2/2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3/3/2017, con il quale sono state approvate le norme tecniche di prevenzione incendi valide per le attività di autorimessa con superficie complessiva coperta superiore a 300 mq.

 
 
 
Sentenza Cassazione (492): sulla manomissione del cronotachigrafo come omissione dolosa di cautele antinfortunistiche - Sezione I penale - Commento a cura di G. Porreca.

La manomissione di un cronotachigrafo o del limatore di velocità su di un mezzo aziendale oltre ad integrare la violazione dell’art. 179 del codice della strada costituisce anche una omissione dolosa di cautele antinfortunistiche ex art. 437 c.p.? La risposta in una recente sentenza della Corte di Cassazione. Il commento a cura di G. Porreca.

 
 
 
Convegni Punto Qualità Academy Roma 28 e 29 aprile 2017

In occasione della giornata mondiale della Salute e Sicurezza sul lavoro la società Punto Qualità Academy ha organizzato per il 28 e 29 aprile 2017 due giornate di eventi, convegni, workshop e corsi incentrati sulla diffusione del valore della salute e della sicurezza che si svolgeranno a Roma Castel Romano presso lo Shopping Village.

 
 
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
DICONO DI NOI
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
Il D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 aggiornato a settembre 2015 con i decreti attuativi del Jobs Act
 
     Consulta
 
Quesito D. Lgs. 81/08 (450): sul mancato aggiornamento del datore di lavoro RSPP a cura di G. Porreca.
 

Nel caso in cui un datore di lavoro che ricopre il ruolo di RSPP non effettui l'aggiornamento entro i 5 anni  incorre, continuando a ricoprire la carica di RSPP, nella sanzione per la mancanza di formazione prevista nell'art. 34 comma 2 o anche nella sanzione per la mancata nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione?
Risposta a cura di G. Porreca
     Il quesito riguarda l’aggiornamento di quei datori di lavoro che hanno optato per lo svolgimento diretto del servizio di prevenzione e protezione e che si sono formati secondo le indicazioni dell’Accordo raggiunto nell’ambito della Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano nella seduta del 21/12/2011 e proviene da chi, come spesso accade, non ha fatto in tempo, nel quinquennio assegnatogli, a completare l’aggiornamento ...................

 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it