16 aprile 2024

Home
 
Presentazione
 
Notizie
 
Quesiti
 
Repertorio delle sentenze
 
Massimario
 
Ordine cronologico
 
>Cassazione
 
>2024
>2023
>2022
>2021
>2020
 
 
>2019
>2018
>2017
>2016
>2015
>2014
>2013
>2012
>2011
>2010
>2009
>2008
>2007
>2006
>2005
>2004
>2003
>2002
 
>Consiglio di Stato
 
>Corte di Assise
 
>Tribunali
 
>Corte costituzionale
 
>Corte Europea
 
Per argomento
 
Approfondimenti
 
Linee guida e Manuali
 
Norme e prassi
 
Convegni e Seminari
 
Corsi
 
Rassegna stampa
 
Link utili
 
Da altri siti
 
E' accaduto
 
Curriculum personale
 
Dicono di noi
 
 

Accessi:
2918075
 
 
 
Utenti online:
8
 
 
  HOME CONTATTI Iscrizione
gratuita alla

NEWSLETTER
 
CERCA NEL SITO

Cerca
REPERTORIO DELLE SENTENZE  |  ORDINE CRONOLOGICO  |  CASSAZIONE  |  2020 
 
 
 
Sentenza Cassazione (660): Sull’obbligo del direttore tecnico di cantiere di vigilare sulla conformità alle norme urbanistiche - Sez. IV penale n. 27574 del 6 ottobre 2020

Il direttore tecnico di cantiere oltre a tutelare la sicurezza dei lavoratori è tenuto a vigilare affinché l’opera sia eseguita in maniera conforme alle normative vigenti ed è anche garante della sicurezza dei fruitori dell’opera una volta realizzata.

 
   
 
Sentenza Cassazione (658): Sulla non responsabilità del DdL per un infortunio dovuto a una prassi non a sua conoscenza - Sez. IV penale n. 36778 del 21 dicembre 2020
In tema di infortuni sul lavoro non può essere ascritta al datore di lavoro la responsabilità di un evento lesivo o letale per culpa in vigilando se non si è certi che fosse a conoscenza di prassi incaute dalle quali sia scaturito l’evento stesso.
 
   
 
Sentenza Cassazione (657): Sulla responsabilità di un CSE per una carenza strutturale nella organizzazione di un cantiere - Sez. IV penale n. 33415 del 27 novembre 2020.
Il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione risponde della configurazione generale e strutturale del cantiere e del rispetto delle procedure e misure di sicurezza previste nel PSC nonché degli eventuali infortuni legati a una loro carenza.
 
   
 
Sentenza Cassazione (656): Sulla centralità del concetto di rischio e sulla sua gestione nel campo della sicurezza sul lavoro - Sez. IV penale n. 34343 del 3 dicembre 2020.
In materia di sicurezza sul lavoro è centrale il concetto di rischio e il garante dello stesso è colui che lo gestisce. è lui che deve essere chiamato a rispondere nel caso che un evento illecito si sia prodotto nell’ambito della sua sfera gestoria.
 
   
 
Sentenza Cassazione (653): Sull’obbligo di prevedere delle scadenze nel programma di sorveglianza sanitaria dei lavoratori - Sez. III penale n. 30923 del 6 novembre 2020.
L’obbligo di prevedere delle scadenze nel programma di sorveglianza sanitaria dei lavoratori va riferito a rapporti di lavoro di una certa durata nel tempo e non a prestazioni occasionali non avendo la previsione in tal caso alcun senso.
 
   
 
Sentenza Cassazione (651): Sulle condizioni per una applicazione corretta dell’art. 437 del codice penale - Sez. I penale n. 30011 del 29 ottobre 2020.
Ai fini dell’applicazione dell’art. 437 c.p. è necessario che l'omissione o la rimozione dolosa degli impianti o apparecchi destinati a prevenire gli infortuni sul lavoro possano pregiudicare l'integrità fisica di una collettività di lavoratori.
 
   
 
Sentenza Cassazione (652): Sull’esercizio dell’azione penale in caso di violazioni delle procedure ex D. Lgs. 7581994 - Sez. II penale n. 29818 del 27 ottobre 2020.
La violazione della procedura amministrativa estintiva prevista dal D. Lgs. 758/1994 non può condizionare l'esercizio dell'azione penale. un orientamento contrario appare infatti incompatibile con il principio di obbligatorietà dell'azione penale.
 
   
 
Sentenza Cassazione (650): Sul concorso di responsabilità per un evento infortunistico accaduto in un teatro - Sez. IV penale n. 29442 del 23 ottobre 2020.
Quando l’obbligo di impedire un evento ricade su più persone il nesso di causalità tra la condotta omissiva o commissiva del titolare di una posizione di garanzia non viene meno per il mancato intervento di un altro soggetto ugualmente obbligato.
 
   
 
Sentenza Cassazione (649): Sulle modalità della verifica della idoneità tecnico professionale delle imprese esecutrici - Sez. IV penale n. 28728 del 16 ottobre 2020.
La verifica dell’idoneità delle imprese o dei lavoratori autonomi incaricati di eseguire dei lavori non può ridursi al controllo della loro iscrizione alla camera di commercio, ma esige la verifica, da parte del committente, della loro adeguatezza.
 
   
 
Sentenza Cassazione (654): Sulla responsabilità per un infortunio causato dal malfunzionamento di un macchinario - Sez. IV penale n. 28296 del 12 ottobre 2020.
Il venditore di una macchina ha l’onere di verificare il rispetto del prodotto fornito e dei suoi accessori alle norme di sicurezza e può rispondere  di un infortunio se nel manuale d’uso non è stato indicato l’utilizzo di un accessorio di sicurezza.
 
   
 
Sentenza Cassazione (648): Sulla individuazione del rischio interferenziale tra imprese che operano nello stesso luogo di lavoro - Sez- IV penale n. 26132 del 17 settembre 2020.
Ai fini della individuazione dei rischi interferenziali ex art. 26 del d. lgs. n. 81/2008 occorre aver riguardo non alla qualificazione civilistica attribuita al rapporto tra le imprese che cooperano tra loro ma all'effetto che tale rapporto origina.
 
   
 
Sentenza Cassazione (655): Sulla convalida da parte del Tribunale del provvedimento di sequestro di un cantiere edile - Sez. III penale n. 25927 del 11 settembre 2020.
Per la valutazione di un provvedimento di sequestro di un cantiere operato dagli u.p.g. dell’organo di vigilanza non é sufficiente basarsi sulle evidenze visive dei verbalizzanti ma occorre operare una disamina completa delle risultanze investigative.
 
   
 
Ordinanza Cassazione (646):Sulla competenza delle Direzioni Territoriali del Lavoro a irrogare sanzioni per violazioni del codice della strada - Sez. II civile n. 18462 del 4 settembre 2020.
La competenza a controllare il rispetto dei limiti temporali dell'orario di lavoro degli autisti a mezzo dei cronotachigrafi e a irrogare le relative sanzioni appartiene, oltre che ai preposti alla sicurezza stradale, anche all'ispettorato del lavoro.
 
   
 
Sentenza Cassazione (638): sul nesso di causalità tra una condotta omissiva del medico competente e il decesso di un lavoratore - Sez. IV penale n. 19856 del 2 luglio 2020.

A fronte di una condotta indiziata di colpa che abbia cagionato un certo evento occorre chiedersi se, in caso di un comportamento alternativo lecito, l'evento si sarebbe verificato ugualmente.

 
   
 
Sentenza Cassazione (647): sulla non responsabilità del datore di lavoro nella produzione di un sinistro - civile Sezione Lavoro n. 11546 del 15 giugno 2020.

Non si può desumere, in applicazione dell'art. 2087 c.c., un obbligo assoluto del datore di lavoro di adottare ogni cautela diretta a garantire un ambiente di lavoro a 'rischio zero' quando di per sé il pericolo di una lavorazione non sia eliminabile.

 
   
 
 
risultati da 1 a 15 di 29       pagina successiva
 
Login per la banca dati
USERNAME
PASSWORD
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
 
FORMULA UN QUESITO
 
LA MIA RISPOSTA
AI QUESITI
 
 
 
CLIPPING Clipping
Per inserire un articolo cliccare sull'icona accanto al suo titolo. Per visualizzarli cliccare su "Clip".
 
 
   
 
HOME    |    CONTATTI    |    MAPPA SITO    |    PRIVACY    |    © CREDITS
P. IVA: 06884130722
Localizazzione indirizzo IP generata da lgnet.it